[Se vuoi essere sotto gli occhi di tutti e criticato NON serve essere famoso. Basta FARE Impresa]

By | 7 febbraio 2017

Se sei anche tu un imprenditore, dovresti sentirti chiamato in causa…

Ti dico questo perché per me è stato così nel passato, e lo è ancora oggi.

Sin da bambino, da quando mio padre mi portava a visitare i suoi cantieri, son cresciuto con l’immagine dei pensionati che sbirciano attraverso i fori nelle recinzioni.

Erano buchi fatti apposta per capire cosa stesse succedendo là sotto e, direi, anche per criticare chi stava lavorando.

Da adulto ho scoperto che di occhi puntati, in realtà, ce ne erano moltissimi altri: quelli dello Stato (che sembra non guardarti…), gli ispettori vari (che, non si capisce perché, arrivano sempre all’improvviso), i tecnici (progettisti vari, direttori dei lavori, direttori tecnici ecce cc); il committente, la banca, l’assicurazione… Sì sì, moltissimi occhi puntati addosso!

Occhi che, però, per qualsiasi cazzata commessa –ovviamente da chiunque-, si trasformano in bocche sputasentenze che, guarda caso, incolpano dell’accaduto soltanto il povero imprenditore di turno!

Insomma, per il SEMPLICE fatto che fai impresa, sei sotto un bersaglio costante.

E tutti – al minimo problema – sembrano essere più bravi e capaci di te.

Col “senno di poi” tutti avrebbero evitato. Insomma l’unico scemo sei tu.

Questo è il meccanismo canonico a cui vieni costantemente sottoposto:

CASINO -> Danni per qualcuno ->  E’ SEMPRE colpa tua e paghi SOLO tu!

(con il benservito di giudizi negativi sul tuo conto che pesano come macigni!)

Anche per i rischi aziendali funziona esattamente così: appena succede qualcosa, inizia immediatamente lo “scaricabarile” e rimani da solo. …anche il “fido” assicuratore ti volta le spalle! Esatto! Anche lui!

Ecco un esempio che riguarda da vicino noi di Capannone Sicuro e il nostro lavoro di valutazione e prevenzione del rischio sismico.

Ho scoperto qualche tempo fa che l’assicurazione (su cui stai contando molto), se non hai osservato le norme vigenti (ad esempio non hai fatto valutare il rischio sismico, obbligatorio ai sensi del D.Lgs 81/2008), non ti copre!

A questo proposito, la domanda che molti nostri clienti ci fanno sempre è questa: “Beh però tanto ci pensa l’assicurazione… sennò cosa la pago a fare?”

Purtroppo ci tocca deluderli…

La verità che non ti viene mai detta è questa:

1) l’assicurazione (R.C. del Datore di Lavoro) non comprende mai la responsabilità per i danni che siano conseguenza naturale delle modalità adottate dall’assicurato nello svolgimento dell’attività garantita.

2) non copre neanche quelli derivanti da violazioni volontarie da parte dello stesso assicurato di Leggi alle quali egli deve uniformarsi nell’esercizio dell’attività oggetto dell’assicurazione.

Questa per me è stata una bella doccia fredda!

Te la traduco in maniera squisitamente pratica.

L’assicurazione ti paga SOLO se hai fatto tutto quello che è umanamente possibile per prevenire il possibile problema.

E infatti, ANCHE se fai un incidente in macchina, e hai le cinture allacciate, vai nei limiti, hai i fari accesi.. potrebbero obiettarti che non hai fatto un tagliando in tempo PER CUI ti sei messo a rischio per una tua imprudenza.

In azienda è anche peggio.

Perché il rischio (e i soldi da spendere per l’assicurazione) sono infinitamente più alti, per cui quando si tratta di farsi pagare non ti dicono nulla. Ma quando si tratta di rimborsarti ogni minimo appiglio diventa un macigno insormontabile per te.

E buona fortuna a fare causa ad una grande società assicurativa.

Mi dispiace tantissimo doverlo ripetere -ormai a memoria- anche a te.

Uno crede di poter stare tranquillo perché tanto è assicurato e, invece, in un batter d’occhio si volatilizza anche la copertura assicurativa.

Svanisce di colpo anche quell’unico elemento su cui contavi e che, proprio perché lo stai pagando profumatamente da anni, dovrebbe essere pronto a darti una mano per proteggerti sul piano economico.

Per proteggersi contro il rischio sismico c’è una sola soluzione!

Farlo valutare da un team di persone veramente esperte per annientarlo davvero, senza rischiare più niente e potendo DIMOSTRARE, documenti alla mano, di aver fatto tutto quanto umanamente possibile per prevenirlo.

Noi di Capannone Sicuro® valutiamo questo rischio da molto tempo.

Siamo pronti a farlo anche per la tua azienda.

Devi solo entrare in contatto con noi cliccando il pulsante azzurro che trovi qui sotto:

 

P.S.: Mi son dimenticato di dirti cosa!

Quando scoprirai veramente di non essere coperto dalla tua polizza assicurativa, inizierai la ricerca di qualcuno che ti dia una mano ad affrontare la valutazione del rischio sismico.

Dammi retta, l’amico d’infanzia che si è messo a fare il tecnico, non basta, non è in grado di valutare tutto! Per non farti fregare un’altra volta e per non buttare un pacco di soldi, ti serve una squadra di tecnici specialisti in questo specifico settore che sappiano veramente dove mettere le mani.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *